Le parole di Papa Francesco

padre lombardi e papa francescoVenerdì 16 giugno 2017
Incontro con P. Federico Lombardi,
Direttore Sala Stampa Santa Sede dal 2006 al 2016

Basilica Antica - ore 21


Venerdì 16 giugno, alle ore 21, sarà ospite della Fondazione "Le vie della Parola. Incontri ad Oropa" Padre Federico Lombardi, che porterà a Oropa le parole di Papa Francesco.
 
Padre Lombardi porterà una testimonianza delle novità, degli aneddoti, e delle emozioni suscitate dal Papa dal 13 marzo 2013 ad oggi: la sua spontaneità, la capacità di coinvolgere il popolo nell’Angelus e toccare il cuore della gente, fino al Giubileo della Misericordia, che ha allargato il messaggio dell’amore, del perdono e della riconciliazione a chi sta dentro e fuori dalla Chiesa.
 
«Quando sentii l’annuncio del cardinale Tauran dalla Loggia di San Pietro rimasi senza parole. Sapevo che l’annuncio del nome del nuovo Papa mi avrebbe emozionato, ma non a quel punto. Era un gesuita, un mio confratello… Ero nel mio ufficio in Sala Stampa e nella sala delle conferenze i colleghi mi aspettavano per un primo commento. Mi sentivo ammutolito… Poi mi feci coraggio e dissi le due cose che mi erano state subito chiare e che mi sentivo di mettere in rilievo come grandi novità: il nome Francesco – per la prima volta – e il fatto che era latinoamericano.
 
Scegliere un nome che nessuno aveva ancora scelto – e che nome! – indicava una libertà, un coraggio e una chiarezza formidabili. Poveri, cura della creazione, pace, come avrebbe spiegato il Papa stesso pochi giorni dopo… Confesso che le altre novità di quella serata o dei giorni successivi – abito, modo di presentarsi al popolo, spostamenti in pullman insieme con gli altri, automobile utilitaria… – non mi sembrarono così sconvolgenti: forti ma spontanee. 
 
Il Giubileo della misericordia allarga e approfondisce il messaggio dell’amore, del perdono, della riconciliazione: lo ribadisce e lo fa passare attraverso porte innumerevoli in tutti gli angoli del mondo, a cominciare non da Roma, ma da Bangui, dalle periferie portate al centro spirituale del mondo…  
Papa Francesco parla di “sinodalità”, vive in prima persona la condizione del credente in cammino e mette in cammino la Chiesa, perché esca sempre da sé per andare verso le periferie.  
 
Una delle parole di papa Francesco che mi sono suonate nuove e che ho messo un certo tempo a capire, è stata quella della “cultura dell’incontro”. Poi ho compreso che per lui l’incontro concreto fra le persone è fondamentale. Incontro con Dio, incontro personale con Gesù Cristo anzitutto, ma anche incontro con i suoi collaboratori, con i leader religiosi, con i responsabili dei popoli. 
 
Nel terzo anno del pontificato papa Francesco ha viaggiato in tutti i continenti tranne l’Oceania (Asia, Europa, Africa, America latina e Caraibi, America settentrionale) rispondendo alle attese di popoli diversissimi ma sempre desiderosi e attenti ai suoi gesti e alle sue parole. L’autorità di papa Francesco ha assunto una dimensione veramente “globale”, rispettata universalmente e capace di dare un vero servizio di orientamento all’umanità in cammino». (tratto da famigliacristiana.it)


atl2© Santuario di Oropa - Via Santuario di Oropa, 480
13900 Biella Oropa (BI)
Tel. 015.25551200 - Fax 015.25551219
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA 00181510025


logo_M10