Porta Regia Oropa Juvarra

Oropa barocca tra arte e musica

Sabato 1 e 8 agosto 2020, percorso guidato sotto le stelle alla scoperta dei tesori e delle musiche di Oropa barocca

Il Santuario di Oropa propone un percorso dedicato al Barocco tra arte, storia e musica con due serate a tema: sabato 1 agosto alle ore 21 si alterneranno la voce narrante della guida Fabrizio Gremmo e la musica dell’organista Sebastiano Domina in una serata dal titolo “Oropa barocca tra arte e musica: il grandioso sviluppo architettonico e artistico del Santuario”; sabato 8 agosto, sempre alle ore 21, la serata sarà condotta da Danilo Craveia, archivista del Santuario di Oropa, sul tema “Oropa barocca tra storia e musica: l’identità del Santuario nel biellese barocco”. I due eventi saranno accompagnati da musiche di Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Ulisse Mattei e Jean-Baptiste Lully, suonate all’organo della Basilica Antica.

In epoca barocca lo sviluppo monumentale e artistico di Oropa fu grandioso, lo testimoniano i nomi dei grandi architetti che sono entrati a far parte della storia di Oropa: nel Seicento Francesco Conti, Marcantonio Toscanella, Pietro Arduzzi e Giovanni Antonio Garabello lavorarono ai progetti per la Basilica Antica e il suo chiostro; nel Settecento Francesco Gallo, Bernardo Vittone e poi il grande Filippo Juvarra furono coinvolti nella progettazione dello scalone della Porta Regia e al prolungamento del santuario verso sud con la nascita dei due piazzali inferiori. In un secolo e mezzo, si susseguirono interpretazioni e soluzioni prospettiche che donarono al Santuario un’armonia e una maestosità eccezionali.

Il Museo di Oropa conserva ancora oggi alcuni dei manufatti più straordinari di quel periodo: calici, paramenti liturgici, dipinti e ostensori. In particolare, quello donato nel 1700 dalla Madama Reale Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, madre del Re Vittorio Amedeo II, decorato con circa 800 pietre preziose, non solo è uno degli oggetti più preziosi oggi conservati a Oropa, ma fu anche uno dei più ammirati alla “Mostra del Barocco Piemontese” che fu allestita a Torino nel 1937 e nel 1963. La mostra cercò, soprattutto nel 1937, di dare una connotazione culturale forte al Piemonte, che trova ancora oggi nel barocco un’identità culturale unitaria.

I due eventi di Oropa si inseriscono infatti all’interno di “L’essenziale è Barocco”, l’iniziativa che prevede per tutto il 2020 eventi e aperture straordinarie scanditi da mostre, concerti, visite guidate, laboratori ed iniziative culturali. É l’occasione giusta per scoprire monumenti e opere di grandi artisti del Barocco, inseriti in contesti urbani e naturali. In questo ambito, quello di Oropa è un paesaggio barocco diverso da quello urbano torinese, ma proprio per questo ancora più affascinante perché inserito in un contesto alpino senza eguali.

Informazioni:
Ritrovo alle ore 21 davanti ai cancelli del Santuario. La guida accompagnerà i partecipanti in una breve visita sotto le stelle per poi proseguire all’interno della Basilica Antica.
Evento gratuito. Non è necessaria la prenotazione

Contatti:
linda.angeli@santuariodioropa.it

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Don Michele Berchi
L'omelia del rettore
Mi giungono richieste da fedeli che, dopo aver assistito via web o via radio alla Messa quotidiana delle ore 8, vorrebbero poter rileggere o riascoltare...
Madonna Pellegrina 1949
La Madonna Pellegrina del 1949 per mappare le fabbriche
Un laboratorio archivistico per riscoprire la “Peregrinatio Mariae”
concerto banda Manzoni di Lecco
Concerto della banda musicale di Lecco
Concerto della banda musicale “Alessandro Manzoni” di Lecco, Sabato 7 maggio 2022 alle ore 21 nella Sala Convegni del Santuario di Oropa

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter